Skip to main content

Amministrazione condominiale

Perché un Amministratore Condominiale dovrebbe affidarsi a DTS?

Ai sensi dell’art. 1710 c.c. l’Amministratore Condominiale è chiamato a gestire gli stabili a lui affidati tramite delibera dell’Assemblea secondo la “diligenza del buon padre di famiglia”. DTS lo aiuta nel delicato compito di trovare il punto di equilibrio tra le opinioni discordanti di numerosi condomìni grazie alla garanzia di un’offerta sempre competitiva, sia per l’energia elettrica che per il gas, dovuta alle convenzioni provinciali e nazionali sottoscritte con le principali associazioni di categoria.

DTS offre all’Amministratore un portale self-care dedicato, attivo h24 per una completa assistenza: tramite il servizio online ogni cliente può infatti, ad esempio, registrare automaticamente le fatture utilizzando qualunque sistema gestionale, rendicontare i consumi e verificare i metodi di pagamento.

L’Amministratore è inoltre supportato nella gestione del credito e dei ritardati pagamenti, nel controllo continuo della fatturazione e nella valutazione di costi e tempi di ammortamento degli interventi di risparmio energetico. In questo ultimo caso in particolare, il partner Duferco Energia offre servizi di supporto tecnico, gestionale e finanziario per l’efficientamento energetico delle Pratiche Eco Bonus.

duferco                suecer

Avvalendosi inoltre della collaborazione con alcuni partner tecnici, tra cui Seucer Srl, Organismo Notificato n°0897, DTS offre inoltre ai propri clienti supporto anche in relazione ai seguenti servizi:

  • IMPIANTI ELEVATORI: Verifica periodica e straordinaria (D.P.R del 30 aprile 1999, n. 162)
  • IMPIANTI ELETTRICI: Verifica periodica e straordinaria (D.P.R. del 22 ottobre 2001 n° 462)
  • ANALISI DELLA POTABILITA’ DELLE ACQUE (decreto legislativo n. 31 del 02/02/2001)
  • REDAZIONE DICHIARAZIONI DI RISPONDENZA DELL'IMPIANTO ELETTRICO ALLA REGOLA DELL'ARTE (D.M. 37/08)
  • REDAZIONE DOCUMENTI RELATIVI ALLA SICUREZZA SUL LAVORO (DVR, DUVRI, D.LGS 81/08)
  • REDAZIONE CERTIFICATO PREVENZIONE INCENDI, CPI
  • ANALISI E VALUTAZIONE RISCHIO IN PRESENZA DI AMIANTO
  • DIAGNOSI ENERGETICA
  • REDAZIONE CERTIFICATO DI IDONEITA' STATICA
  • SERVIZIO PRIVACY

Allega una bolletta e ottieni un preventivo gratuito

Allega la tua bolletta
Massimo 2 file.
2 MB limite massimo.
Estensione ammessa: pdf.

FAQ

Filtra per
Luce, Gas
  • Generalità dell'intestatario (codice fiscale o partita iva, copia della carta d'identità, recapito telefonico, indirizzo e-mail);
  • Dati dell'utenza (indirizzo di residenza, POD per la luce o PDR per il gas);
  • Codice IBAN, qualora si preferisca attivare un addebito su conto corrente.

Il subentro verrà effettuato a parità di condizioni tecniche, quindi il nuovo cliente beneficerà di tutti i vantaggi sottoscritti dal precedente intestatario per tutto ciò che riguarda gli aspetti tecnici come la potenzialità del contatore, le categorie d’utilizzo etc.

Luce, Gas

Il costo del subentro nei contratti di gas dipende dal distributore di zona. Suggeriamo sempre di verificare il costo prima della conferma di appuntamento.

Per quanto riguarda l’energia elettrica invece il servizio è gratuito.

Luce, Gas

Il subentro è la procedura da seguire per richiedere l'attivazione di una fornitura di gas o energia elettrica che è stata precedentemente disattivata. Non va confusa con la voltura, che è invece la variazione dell'intestazione di un contratto attivo, e nemmeno con la prima attivazione, che è invece la richiesta di attivazione di una nuova utenza.

Per i contratti di gas, qualche giorno dopo la sottoscrizione del nuovo contratto, un tecnico incaricato dal distributore verrà a togliere il sigillo e ad attivare la fornitura.

Per l’energia elettrica, l’intervento viene effettuato da remoto; pertanto le tempistiche si riducono ad un massimo di 5 giorni.

Luce, Gas

Dipende dal distributore di zona. Suggeriamo sempre di richiedere il costo dell’operazione prima che venga effettuata.

Luce, Gas
  • Generalità del vecchio intestatario (codice fiscale o partita iva, copia della carta d'identità, recapito telefonico, indirizzo e-mail);
  • Generalità dell'intestatario (codice fiscale o partita iva, copia della carta d'identità, recapito telefonico, indirizzo e-mail);
  • Dati dell'utenza (indirizzo di residenza, POD -per la luce- o PDR -per il gas-).
  • Lettura del contatore;
  • Codice IBAN, qualora si preferisca attivare un addebito su conto corrente.

La voltura viene effettuata a parità di condizioni, quindi il nuovo cliente beneficerà degli stessi vantaggi sottoscritti dal precedente intestatario (es. potenza del contatore, tariffe – salvo diversa comunicazione).

Luce, Gas

La richiesta deve essere fatta al gestore scelto dal vecchio intestatario del contratto.

Luce, Gas

La voltura consiste nel passaggio di intestazione del contratto senza che ci sia interruzione della fornitura. La voltura non deve essere confusa con il subentro, che si richiede invece quando la fornitura di corrente elettrica o gas è stata disattivata ed il contatore staccato.

Luce, Gas

Quando si lascia un'abitazione si prospettano due possibili situazioni:

  • il subentro di un nuovo inquilino: in questo caso è possibile richiedere una voltura senza interrompere così la fornitura di luce e gas. La richiesta è a carico dell'inquilino entrante ma consigliamo al vecchio intestatario di verificare che il passaggio sia stato effettuato correttamente per evitare brutte sorprese
  • la casa rimane vuota: in questo caso è necessaria la disdetta dei contratti e la chiusura dei contatori tramite apposita richiesta al fornitore.
Luce, Gas

Assolutamente no. Il contratto di utenza resta legato al contatore di riferimento.

L'unica operazione possibile resta pertanto il cambio del nome sul contratto.

Luce, Gas

Il tempo necessario varia da una settimana ad un paio di mesi, quindi bisogna agire per tempo!

Gas

Il codice PDR è riportato sempre nella prima pagina della bolletta. In assenza di una bolletta, per conoscerlo è necessario contattare il distributore locale di gas fornendo la matricola del contatore riportata sullo stesso, il proprio indirizzo e i dati personali.

Gas

Il PDR, acronimo di Punto di Riconsegna, è il codice che identifica l'utenza del gas.

Il numero PDR è unico e corrisponde alla posizione fisica del contatore del gas, punto nel quale il gas viene consegnato dal fornitore e prelevato dal cliente finale. Il PDR è assegnato dal distributore al momento dell'allacciamento ed è composto da un totale di 14 numeri. Come il POD, resta invariato anche cambiando fornitore, proprio perché associato al contatore.

In quanto codice identificativo dell'utenza, il PDR viene richiesto per tutte le operazioni legate all'utenza: attivazione contatore, subentro, voltura, cambio fornitore, ecc.

Luce

Il POD è un codice alfanumerico generato in maniera standard, composto da un totale di 14 o 15 caratteri. Il POD inizia sempre con la sigla IT, tre cifre e la lettera E.

Il POD è riportato sia sulla bolletta della luce che sul contatore elettrico: è infatti composto, nella maggior parte dei casi, dal codice cliente.

Luce

Il POD (Point of Delivery o, in italiano, Punto di consegna) è un codice alfanumerico che identifica in maniera univoca la singola utenza elettrica. Ad ogni contatore corrisponde un solo ed unico POD, che non sarà mai sostituito con un altro codice, nemmeno in caso di cambio di residenza o di fornitore. Si tratta di un numero importante perché viene richiesto dai tecnici per qualunque tipo di operazione o di intervento.

Luce

Il numero cliente è il numero identificativo di ogni contratto di fornitura di energia elettrica o gas. Si tratta di un codice a nove cifre visibile cliccando due volte consecutive sull'apposito pulsante del contatore stesso.